Le macchine fotografiche digitali del 2012 - The Visual Experience
Scegli il tuo workshop ideale Consulta il calendario dei prossimi workshops

Il 2012 ha portato una serie di importanti prodotti sul mercato offrendo un’insieme di novità davvero propulsive per tutto il settore. Certo, tutto questo movimento (170 nuovi modelli solo nel 2012, fino ad oggi) spesso aumenenta la difficoltà di orientarsi nell’ormai variegatissimo mondo delle macchine fotografiche digitali. Quest’articolo è un compendio ragionato alle varie opzioni possibili che oggi si pongono davanti agli occhi del professionista e dell’appassionato evoluto, novità in certi casi in grado di mettere in dubbio anche quanto già precedentemente acquistato alla luce di nuove potenzialità, grande versatilità e qualità delle immagini.

A nostro avviso quest’anno verrà ricordato per il consolidamento di una fascia di macchine fotografiche con capacità da reflex ma con ridotti ingombri. A parte le micro quattro terzi, uscite attorno al 2009, che sicuramente si sono consolidate negli ultimi anni, tanto in termini di prestazioni che di velocità di scatto, la vera rivoluzione è stata quella di mettere sensori fisicamente più grandi in corpi macchina dimensionati come le Leica anni 60. Questa la colonna sonora principale del 2012, a volte declinata in senso “classico” di revival del passato (Fujifilm in testa, precursore del trend) a volta in senso tecnologico ed avveneristico (le varie Sony NEX) con touch screens fino ad arrivare, nel caso della Samsung Galaxy CAM, a smartphones travestiti da macchine fotografiche con sistemi operativi Androids.

Sul versante delle DSLR le Nikon D800 e D800E hanno sicuramente costituito la grande novità, con una risoluzione effettiva fino a poco tempo fa appannaggio dei soli corpi medio formato, mentre Canon 6D e Nikon D600 hanno portato le reflex digitali sotto la soglia psicologica dei 2.000 euro. Ecco quindi a nostro avviso il menu delle scelte di quest’anno, partendo, in ordine inverso, dalle ultime presentate. E’ una lista di 20 modelli tra cui scegliere a seconda delle esigenze. Sono tutte modelli capaci di produrre buone fotografie, pur con le limitazioni intrinseche collegate alle scelte costruttutive e alla rispettiva fascia di prezzo. Una lista “dinamica” che non intende, ovviamente, essere esaustiva ma che rappresenta la scelta del nostro team di fotografi.

Nikon 1 v2

La declinazione per gli appassionati della Nikon 1 J2. Fatta attorno ad un sensore da 14Mpixel, con ottiche della serie Nikon 1. Non ci piace il sensore da 1 pollice, ma la macchina può essere interessante per gli appassionati.

 

 

Leica M Typ 240

La nuova Leica M, con rinnovato sensore da 24Mpixel, liveview, mirino elettronico. Un punto di riferimento per il marchio, ma anche una macchina che strizza l’occhio alle novità introdotte dagli altri competitors. Per i professionisti che guardano con interesse le ibridazioni.

 

 

Leica M-E Typ 220

Senza i fronzoli della 240, ma con un rinnovato sensore rispetto all’M9. Per i professionisti tradizionalmente legati al marchio di Wetzlar.

 

 

 

Olympus PEN E-PL5 e E-PM2

Poca spesa buona resa. La quinta evoluzione delle macchine basate sul sensore Micro 4/3, nel formato intermedio tra le grandi OM-D EM-5 e la piccola E-PM2. Con display posteriore articolato. Per chi inizia a fotografare e desidera qualcosa di piccolo e portatile.

 

 

Canon EOS 6D

Una via di mezzo tra una 5D mkII e una 5D mkIII. Sensore aggiornato ma messa a fuoco abbastanza tradizionale e poco veloce. Economica per un corpo “semi-pro”, per l’appassionato evoluto o come secondo corpo per il professionista.

 

 

Nikon D600

La diretta concorrente della 6D, ma maggiore risoluzione e display posteriore un po’ più grande. Di sicuro interesse per quanti non colpiti dalla risoluzione della D800. Come per la 6D, per l’appassionato evoluto o secondo corpo del professionista.

 

 

 

Sony Alpha NEX-6

La declinazione high-tech della macchina di medie dimensioni con lenti intercambiabili. Grosso sensore, buona qualità ma troppo “giapponese” per i nostri gusti. Per il tecnologo appassionato. 16 Mpixel contro i 24 dell NEX-7.

 

 

Sony SLT-A99

La concorrente Sony di EOS-6D e Nikon D600. Interessanti le sue caratteristiche video. Per l’appassionato che fa video e ha lenti Sony.

 

 

 

Sony RX1

La variante “low-tech” (dal punto di vista di interfaccia) delle NEX. 35 mm fissi, sensore della SLT-A99, ottima qualità, prezzo attorno ai 2000 euro. In qualche modo la concorrente, più titolata tecnicamente, della Fujifilm X100. Per il professionista che vuole un corpo aggiuntivo che vorrebbe entrare in competizione con una Leica M + un 35 summicrom, ad una frazione del prezzo.

 

Samsung Galaxy Camera 4

La riportiamo solo come oggetto tecnologico interessante, non abbiamo avuto modo di provarla dal vivo. Come gli smartphones si sono man mano evoluti in macchine fotografiche così questa macchina fotografica utilizza il SO Androids. Ha tutto tranne che il telefono, quindi photosharing, wifi etc.

 

 

Canon EOS M

Dato il trend verso il mondo del piccolo Canon non poteva mancare all’appello. Ecco dunque una “media” con ottiche intercambiabili e adattatori per ottiche EF. Non ci convince appieno ma sarà di sicuro interesse per gli appassionati del marchio.

 

 

Panasonic DMC-LX7

L’unica delle vere “compatte” di qualità della nostra selezione 2012. A partire dalla fortunata LX3, passando per la LX5, questa serie di piccole macchine offre ottima qualità e rapidità. Certo, il piccolo sensore non può essere miracoloso, ma la qualità è discreta per un uso generalista.

 

 

Leica M-Monochrom

Una macchina di grande fascino e coraggio. Le abbiamo dedicato un intero articolo qui su The Visual Experience. Per i puristi del bianco e nero. Grande dynamic range, poco noise.

 

 

Canon EOS-1D C

La riportiamo nella nostra lista per la sua abilità nel video di riprendere footage a 4K (4096 x 2160 pixel). Di sicuro interesse per chi usa le DSLR per Video di qualità. Per i videografi evolutiche ancora fotografano.

 

 

Sigma DP1 Merril e DP2 Merrill

Con sensori Foveon, non velocissime nello scatto ma con una qualità di files sorprendente. Sono macchine per chi vuole la qualità d’immagine prima di tutto in un corpo macchina compatto. La differenza tra le due sta nella lunghezza focale delle ottiche fisse montate, rispettivamente 28 e 45 mm.

 

 

Olympus OM-D E-M5

La “grande” tra le micro quattro terzi, con gli stessi comandi della gloriosa OM, con una qualità d’uscita paragonabile ad una reflex. Per gli appassionati che vogliono avvicinarsi seriamente alla fotografia.

 

 

Pentax Optio WG-2 GPS

La seconda “compatta” della nostra selezione è una macchina per uso “estremo” dotata di GPS. Per chiunque voglia fotografare in condizioni “estreme” senza rischiare di rompere fotocamere delicate.

 

 

Nikon D800/D800E

Una macchina che setta lo standard dell’alta risoluzione nel 2012, facendo fare a Nikon un deciso passo avanti rispetto a Canon. Tanto si è scritto della D800 e noi non ci sentiamo di aggiungere altro, se non di raccomandarla al professionista che necessita stampe di grande formato. Nell’attesa che Canon ritenti il “sorpasso”.

 

 

Fujifilm X-Pro1

Grande qualità, ottima usabilità. Di questa macchina abbiamo già diffusamente parlato qui su The Visual Experience. Raccomandata ad appassionati o a professionisti che cercano qualità ed usabilità provenienti dalla grande tradizione del passato.

 

 

Le nostre scelte

Nikon D800 tra le reflex. Fujifilm X-Pro1 tra le medie con ottiche intercambiabili. Sony RX1 tra quelle ad ottiche fisse, ma anche le Sigma per prezzo competitivo e qualità di uscita  Panasonic LX7 tra le compatte. E Pentax da portare sulla neve per Natale.

 

The Visual Experience



Lascia un Commento